NUOVO ALLARME IN ASIA: LA COREA DEL NORD PRONTA A LANCIARE UN MISSILE A LUNGO RAGGIO I segnali di apparenti preparativi nella base Tongchang-ri - ricorda l'agenzia giapponese Kyodo -, arrivano mentre i membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite discutono nuove sanzioni contro Pyongyang in seguito al suo quarto test nucleare del 6 gennaio

397
corea del nord

Un allarme lanciato dal governo giapponese ha fatto scattare l’allerta in tutto il continente asiatico. Secondo le informazioni di Tokyo, infatti, la Corea del Nord si starebbe preparando a lanciare un missile balistico a lunga gittata dal suo sito di lancio nordoccidentale, secondo una fonte del governo giapponese che cita l’analisi di immagini satellitari condotte negli ultimi giorni. Il timore in realtàsarebbe quasi una certezza, o almeno secondo quanto certificato dalle immagini riprese dai satelliti spia americani, rilanciate oggi dalla cnn e da molti media internazionali.

Nel poligono di Tonchang-ri, è stata infatti registrata “un’attività crescente” di personale e tecnologia, che ha indotto a pensare l’intelligence Usa che il test sia imminente, addirittura il lancio potrebbe avvenire entro una settimana. Dello stessoa vviso anche le fonti governative di Tokyo, che hanno espresso la oro preoccupazione in quanto una parte del poligono, che si trova nel nord-est del Paese, è stata coperta molto probabilmente per oscurare i movimenti.

 

I segnali di apparenti preparativi nella base Tongchang-ri – ricorda l’agenzia giapponese Kyodo -, arrivano mentre i membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite discutono nuove sanzioni contro Pyongyang in seguito al suo quarto test nucleare del 6 gennaio a dispetto delle passate risoluzioni dell’Onu. Il portavoce del ministero della Difesa sudcoreano Kim Min-seok – riporta la Reuters online – si è rifiutato di commentare se ci siano attività di pre-lancio presso il sito nordcoreano in questione, affermando di non voler discutere questioni di intelligence.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS