COLONI IN CISGIORDANIA, BAN KI MOON: “I PALESTINESI STANNO PERDENDO LA SPERANZA” Prosegue il confronto a distanza con Netanyahu. "Sono arrabbiati per le soffocanti politiche di occupazione" messe in atto da Israele

413
ban ki moon

Prosegue il confronto a distanza tra l’Onu e Israele sulla questione dei coloni in Cisgiordania. “Dopo quasi mezzo secolo di occupazione e dopo decenni di attesa per il rispetto delle promesse di Oslo, i palestinesi stanno perdendo la speranza, soprattutto i giovani, arrabbiati per le soffocanti politiche di occupazione”, ha detto Ban Ki Moon, intervenendo in una commissione Onu per i diritti dei palestinesi. Il segretario Generale delle Nazioni Unite ha così messo in chiaro che non intende indietreggiare rispetto alle precedenti dichiarazioni sulle “frustrazioni dei palestinesi causate dall’occupazione”.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu aveva replicato accusando il segretario generale dell’Onu di “incoraggiare il terrore”. Fonti diplomatiche delle Nazioni Unite riferiscono che l’obiettivo di Ban è quello aumentare la pressione su Israele affinché possano aprirsi delle speranze sul processo di pace, prima della fine del suo mandato a dicembre. “Non ci sono giustificazioni per il terrore”, ha affermato Ban reclamando la ripresa dei negoziati che sono l’unica strada, non solo per “una soluzione giusta e duratura”, ma anche per “porre fine all’occupazione iniziata nel 1967”. L’Onu ha bollato come illegale l’espansione dell’occupazione nei territori, perche’ mette al rischio il progetto per la creazione di uno Stato palestinese.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS