BERLINO, IN CODA PER GIORNI PER ESSERE REGISTRATO, MORTO UN SIRIANO DI 24 ANNI Le autorità hanno aperto un'inchiesta per verificare le cause del decesso

269
SIRIANO

Un profugo siriano di 24 anni è morto dopo essere rimasto per giorni fuori da una struttura per la registrazione e l’accoglienza dei rifugiati. Nella giornata di martedì un volontario del gruppo “Moabit Hilft” (Moabit Aiuta), ha raccontato una portavoce dell’Ong all’agenzia “Dpa”, ha portato l’uomo al riparo in casa e, avendo visto che le sue condizioni di salute stavano peggiorando, ha chiamato un’ambulanza.

Tuttavia il rifugiato, che aveva la febbre alta, non è sopravvissuto e ha avuto un arresto cardiaco prima di arrivare in ospedale. Le autorità locali hanno già assicurato che indagheranno su quanto avvenuto. Al momento ancora non è chiaro fino a che punto la morte del 24enne sia legata alla lunga attesa al freddo davanti al centro Lageso (acronimo di Ufficio per gli Affari sanitari e sociali) per la registrazione di richiedenti asilo nella capitale tedesca.

Negli ultimi mesi, il centro è stato criticato per le sue lunghe file. Inoltre, lo scorso novembre una guardia della sicurezza è stata licenziata per avere utilizzato una terminologia nazista contro richiedenti asilo e volontari. Il mese precedente, un bambino rifugiato bosniaco di quattro anni era stato rapito mentre era in attesa con la sua famiglia. Il suo corpo è stato trovato alcune settimane dopo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS