TURCHIA: 2 REPORTER ACCUSATI DI SPIONAGGIO, CHIESTO L’ERGASTOLO Il procedimento è nato da un inchiesta giornalistica del "Cumhuriyet" su un presunto traffico di armi con la Siria

378
Cumhuriyet

La procura di Istanbul ha chiesto l’ergastolo per i giornalisti Can Dundar ed Erdem Gul, rispettivamente direttore e caporedattore del quotidiano di opposizione laica Cumhuriyet, accusati di “spionaggio” e “propaganda terroristica” per un’inchiesta su un presunto passaggio di armi dalla Turchia alla Siria. Lo riferisce lo stesso Cumhuriyet.

Il tribunale dovrà approvare la richiesta della procura prima di dare inizio al processo. Dopo la pubblicazione dell’inchiesta, alla vigilia delle elezioni di giugno, i giornalisti erano stati denunciati dai servizi segreti turchi e dal presidente Recep Tayyip Erdogan, che aveva assicurato che avrebbero pagato “un caro prezzo”.

Il caso ha suscitato proteste a livello internazionale, rilanciando l’allarme sulla situazione libertà di stampa in Turchia. Il 26 novembre Dundar e Gul sono stati arrestati. Da allora sono stati tenuti in isolamento per 40 giorni, prima di essere trasferiti nella stessa cella nel carcere di Silivri a Istanbul.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS