LIBIA: ENTRO 10 GIORNI LA PROPOSTA PER IL RINNOVO DEL GOVERNO Tobruk chiede un esecutovo più snello. Per questo ha negato la fiducia alla squadra di Serraj

273
bandiera libia

Entro 10 giorni potrebbe essere proposto il rinnovo del governo di unità nazionale libico, dopo che lunedì la Camera dei rappresentanti di Tobruk non ha votato la fiducia all’esecutivo proposto dal premier designato Fayez al Sarraj, composto da 32 membri. Secondo quanto riferito ai media internazionali dal Consigliere del governo unità nazionale Fathi Ben Issa, il premier Sarraj presenterà un nuovo governo “più contenuto” come richiesto dal parlamento di Tobruk.

Intanto  l’inviato dell’Onu in Libia, Martin Kobler, ha affermato di essere “soddisfatto” del fatto che il parlamento di Tobruk abbia accettato in linea di principio l’accordo di riconciliazione nazionale. “Continueremo i negoziati con tutte le parti per trovare una soluzione condivisa per le questioni in sospeso”, ha detto Kobler.

In una nota il diplomatico tedesco ha commentato il voto con il quale ieri il parlamento di Tobruk ha respinto la fiducia al nuovo governo di riconciliazione e abrogato l’articolo 8 dell’accordo di riconciliazione, affermando che “ho appreso del voto del parlamento sull’articolo 8 ma ricordo che qualsiasi emendamento al testo deve essere fatto seguendo il percorso utilizzato per arrivare a quell’intesa”. L’articolo 8 recita che il Consiglio di presidenza deve decidere i futuri responsabili degli incarichi in un periodo non superiore a venti giorni. Nel caso in cui non si raggiunga una decisione durante questo periodo, il Consiglio dovrà decidere le nuove nomine entro 30 giorni tenendo conto delle legislazione libica in vigore.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS