NUOVO NAUFRAGIO AL LARGO DELLA COSTA TURCA: ANNEGATI 5 MIGRANTI La loro imbarcazione è affondata mentre cercavano di raggiungere la Grecia

383
BARCONE

Sono cinque i migranti che sono annegati in seguito all’ennesimo naufragio che si è verificato davanti alle coste della Turchia. La loro imbarcazione è affondata mentre i migranti cercavano di raggiungere la Grecia. I corpi delle vittime sono stati recuperati dagli uomini della Guardia Costiera turca, nella parte occidentale del Paese.

A dare l’allarme sono stati alcuni pescatori del distretto di Didim nella provincia di Aydin, che hanno informato la Guardia costiera turca dopo aver avvistato i cadaveri dei migranti in mare. L’intervento ha portato al recupero delle salme e al salvataggio di un migrante, che si trova in buone condizioni di salute. Quest’ultimo ha raccontato che sull’imbarcazione si trovavano altre 16 persone. La Guardia costiera ha attivato le operazioni di ricerca e salvataggio.

In questo primo periodo del 2016 si è registrato l’arrivo di 2.620 migranti sulle coste italiane, in calo rispetto ai 3.528 arrivati nello stesso periodo dello scorso anno. A rivelare i dati è il sottosegretario all’interno, Domenico Manzione, nella sua audizione alla commissione dei Diritti Umani del Senato. I dati sulla nazionalità indicano la totale scomparsa dei siriani e degli eritrei. I più numerosi provengono da Guinea (281), Marocco (239), Gambia (239), Senegal (219) e Mali (201).

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS