ILVA DI GENOVA: LAVORATORI IN STRADA, TRAFFICO IN TILT Gli occupanti sono usciti dalla fabbrica e hanno invaso le strade. Gravi disagi per la circolazione

395
ilva proteste

Proseguono i disagi a Genova per la protesta dei lavoratori dell’Ilva iniziata ieri con l’occupazione della fabbrica e di alcune strade. Oggi il corteo dei dipendenti del polo siderurgico ha mandato in tilt il traffico nel capoluogo ligure quando il corteo, uscito dallo stabilimento, ha raggiunto l’elicoidale di San Benigno bloccando la strada Sopraelevata.

“Senza lavoro qui c’è agitazione, l’accordo di programma non ci tocca” hanno intonato i circa 400 operai che per il secondo giorno sono scesi in piazza con 4 mezzi per chiedere garanzie sul loro futuro. Con gli operai in piazza anche un gruppo di studenti, mentre dalla sede di Music for Peace che si trova proprio sotto l’elicoidale l’amplificatore suona Bella Ciao. Migliaia di auto sono sono rimaste ferme sulle principali direttrici genovesi a causa del blocco che potrebbe interessare a breve anche il casello autostradale di Genova Ovest.

Lo stato di agitazione è stato proclamato lunedì durante l’assemblea organizzata da Fiom e Failms, quando i lavoratori dell’Ilva hanno votato a favore dell’occupazione. Un decisione adottata nonostante il vertice di Roma tra una delegazione e alcuni rappresentanti del governo. Per i sindacati si tratta di una replica di un incontro già avuto a Genova con un osservatore. La mobilitazione serve dunque a forzare la mano per tentare di avere un faccia a faccia con il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS