SOMALIA, STRAGE DI EL ADE: I MILITARI SAPEVANO DI ESSERE A RISCHIO Mogadiscio aveva fornito a Nairobi “informazioni di intelligence chiare e affidabili su un imminente attacco”

385
al shaabab

I militari kenioti di stanza in Somalia erano state avvertite di un imminente attacco da parte del gruppo jihadista al Shabaab un mese prima che questo conducesse l’offensiva della scorsa settimana contro la base militare di el Ade, nel sud del Paese. Lo ha dichiarato all’emittente britannica “Bbc” il generale somalo Ibrahim Gurey. Secondo l’ufficiale, Mogadiscio ha fornito a Nairobi “informazioni di intelligence chiare e affidabili su un imminente attacco” 45 giorni prima dell’offensiva a el Ade, nella quale hanno perso la vita decine di militari kenioti

Al momento, il governo di Nairobi non ha ancora fornito un bilancio definitivo delle vittime dell’attacco, ma secondo al Shabaab nell’azione avrebbero perso la vita oltre 100 persone. Questa mattina è in corso a Nairobi una cerimonia di commemorazione delle vittime dell’attacco, cui ha preso parte il presidente Uhuru Kenyatta. “Siamo in guerra contro gli estremisti e i terroristi – ha detto nell’occasione il capo dello Stato – ed è una guerra che dobbiamo vincere”. Alla cerimonia è intervenuto anche il leader dell’opposizione keniota, Raila Odinga. “Abbiamo un debito nei confronti dei nostri militari”, ha detto quest’ultimo. “Al Shabaab deve essere sconfitto e, in questo momento, dobbiamo restare uniti più che mai”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS