SERIE A, L’EMPOLI RIMONTA IL MILAN DUE VOLTE: AL CASTELLANI TERMINA 2-2 Sinisa non scavalca la Roma in classifica; pareggio anche tra Frosinone e Atalanta

287
calcio Milan Empoli
I rossoneri collezionano un altro pareggio, e come la scorsa stagione, Empoli-Milan termina 2-2. Reduce dal 2-0 sulla Fiorentina, Sinisa trova un pari sofferto e fallisce l’aggancio al quinto posto occupato dalla Roma. Non bastano i gol di Bacca e Bonaventura che, all’inizio dei due tempi, trovano il gol del vantaggio. I padroni di casa, infatti, rimediano prima con Zielinski, poi con Maccarone. L’inizio sembra dell’Empoli: Maccarone e soprattutto Saponara attaccano la profondità, e i rossoneri tremano: eppure è il Milan a trovare il vantaggio, già all’8’, con Bacca. Il colombiano è servito in verticale da Antonelli e contro Skorupski non sbaglia, anche se stavolta era in fuorigioco.
È il decimo gol in Serie A, il terzo in dieci giorni se si considera anche Fiorentina e Carpi in Coppa Italia. Fino a metà tempo il Milan controlla e poi riparte, sfruttando la necessità dell’Empoli di spingersi a cercare il pari. Maccarone pareggia ed esulta poco prima della mezzora, ma il guardalinee aveva già su la bandierina del fuorigioco. Tuttavia, superato il 30’, il gol è valido grazie a un’azione di Saponara che spezza la difesa rossonera e apre a Zielinski per la rete dell’1-1. Donnarumma non controlla la sfera e il pallone gli sfila sotto le gambe. Prima dell’intervallo torna pericoloso Bonaventura, su punizione finita di poco alta e poi di nuovo l’Empoli su un’azione di squadra conclusa con un tiro in porta da Maccarone, questa volta parato.
Nell’intervallo il ct rossonero è costretto a cambiare l’infortunato Alex con Zapata. Anche il risultato muta, con Bonaventura che esulta sotto la curva: un vantaggio fortunato, visto che l’assist arriva da Niang, colpito in faccia da Tonelli e per questo costretto a farsi medicare. La palla sbatte sul francese che involontariamente serve Bonaventura. E’ il quinto gol in campionato. Bonaventura protesterà poco dopo per un tocco di mano in area di Maiello. Il Milan perde un’altra occasione per tenersi in vantaggio e su azione di calcio da fermo si sviluppa il secondo gol dei toscani: la conclusione a giro di Pucciarelli è ribattuta da Donnarumma nella zona di Maccarone che non sbaglia. Al Castellani termina 2-2.
Il pomeriggio della Serie A si era concluso con un altro pareggio, quello di Frosinone-Atalanta. Un match che termina senza reti, dove l’Atalanta sfiora più volte la vittoria, in particolare con Kurtic, al 27′: una rovesciata finita sul fondo su cross di Migliaccio. Reja ha impostato la sua squadra in maniera di inaridire le fonti di gioco del Frosinone. Ottima la prestazione di Gomez che ha imperversato nella tre quarti del Frosinone ben assecondato da Dramè. Proprio Gomez, al 41′ del secondo tempo, sbaglia il gol vittoria.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS