LOTTA ALL’ISIS, CARTER: “DOBBIAMO FARE DI PIU’ MA CE LA FAREMO” Il capo del Pentagono punta a sconfiggere il Califfato a Mosul e Raqqa, roccaforti in Iraq e Siria

482
carter

Gli Usa vogliono accelerare nella battaglia per sconfiggere lo stato islamico. Lo ha detto, nel corso di un’intervista alla Cnbc, il segretario americano alla Difesa, Ashton Carter, ha precisato che Washington sta aumentando il suo impegno. “Abbiamo bisogno di fare di più per sconfiggere lo Stato islamico – ha spiegato -. Sono fiducioso che ciò avverrà, ma voglio accelerare tale processo”. Nell’incontro avvenuto nei giorni scorsi a Parigi con i ministri della Difesa dei Paesi membri della coalizione internazionale contro lo Stato islamico, il capo del Pentagono ha sottolineato che gli alleati stanno facendo molto nella guerra contro il gruppo terroristico, ammettendo tuttavia la necessità e la possibilità di un maggiore impegno.

In particolare Carter ha precisato la sua volontà di sconfiggere lo Stato islamico nella città di Mosul nell’Iraq settentrionale e ad al Raaqa, in Siria, città considerata la principale roccaforte del sedicente califfato. “Siamo pronti ad attuare il nostro impegno perché abbiamo la forza di combattimento più bella che il mondo abbia mai visto. Siamo in grado di fare molto”, ha dichiarato il segretario alla Difesa Usa. “Gli Usa non chiedono favori alla gente, ma non concedono nemmeno favori a chiunque, così stiamo cercando di convincere gli altri a fare la loro parte”. Per ottenere un maggiore impegno da parte degli alleati e convincere altri attori a partecipare alla lotta contro l’Is, Carter ha proposto di condividere i piani operativi fra i vari vertici della difesa.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS