BAD BANK: MARTEDI’ VERTICE TRA PADOAN E VESTAGER, SI CERCA L’INTESA Il ministro dell'Economia: "Non c'è alcuna fragilità dei nostri istituti di credito. Non c'è bisogno di aumenti di capitale"

461
vestager

Martedì Pier Carlo Padoan incontrerà il commissario europeo per la Concorrenza, Margaret Vestaver, per discutere del caso bad bank. Non è chiaro se l’incontro tra Vestager e Padoan sanzionerà l’accordo tra governo e Bruxelles sul meccanismo per facilitare la compravendita dei crediti bancari deteriorati oppure toccherà loro compiere l’ultimo tratto di strada. Il fatto che la Commissione abbia reso noto l’incontro fa ritenere che martedì sia la deadline stabilità dalle due parti per chiudere un negoziato lungo un anno e per il quale, dati i rovesci dei mercati degli ultimi giorni non c’è più spazio a meno di non avvitarsi in una tensione borsistica che potrebbe rivelarsi davvero pericolosa.

“Non c’è alcuna questione di fragilità delle banche italiane, che non richiedono aumenti di capitale” ha puntualizzato Padoan da Davos, dove parteciperà ai lavori del World Economic Forum. “La prossima settimana introdurremo nuove misure per rendere più facili” le cessioni dei crediti bancari deteriorati, ha spiegato. Tra Governo italiano e Commissione Europea, ha aggiunto, è in corso “un negoziato intenso”. “Siamo in stretto contatto tecnico e politico con la Commissione. Ci sono alcune questioni da chiarire come il meccanismo del prezzo delle garanzie che acceleri la cessione delle sofferenze da parte delle banche”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS