BERGOGLIO: “COMUNICARE LA VERITA’ CON AMORE, SENZA GIUDICARE LE PERSONE” E' uno dei passaggi del Messaggio di Papa Francesco per la 50esima Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali sul tema "Comunicazione e Misericordia: un incontro fecondo"

520
comunicare

Comunicare la verità con amore, senza giudicare le persone. E’ uno dei passaggi del Messaggio di Papa Francesco per la 50esima Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali sul tema “Comunicazione e Misericordia: un incontro fecondo”. Inoltre il Pontefice ha esortato a rendere anche i social network “luoghi di misericordia” dove vengano favorite le relazioni e la condivisione.

“La comunicazione – spiega il Papa nel messaggio presentato nella Sala Stampa Vaticana dal portavoce Padre Federico Lombardi, dal prefetto della segreteria per la comunicazione don Dario Viganò, dal direttore di tv2000 Paolo Ruffini e dalla teologa Marinella Perroni – ha il potere di creare ponti, di favorire l’incontro e l’inclusione, arricchendo così la società”. Il Pontefice ha aggiunto che è bellissimo vedere le persone “scegliere con cura parole e gesti per superare le incomprensioni, guarire la memoria ferita e costruire pace e armonia”.

“Le parole possono gettare ponti tra le persone, le famiglie, i gruppi sociali, i popoli. E questo sia nell’ambiente fisico sia in quello digitale. Pertanto – esorta il Pontefice nel suo testo – parole e azioni siano tali da aiutarci ad uscire dai circoli viziosi delle condanne e delle vendette, che continuano ad intrappolare gli individui e le nazioni, e che conducono ad esprimersi con messaggi di odio.

“Faccio appello a quanti hanno responsabilità istituzionali, politiche e nel formare l’opinione pubblica – ha scritto ancora Papa Francesco – affinché siano sempre vigilanti sul modo di esprimersi nei riguardi di chi pensa o agisce diversamente, e anche di chi può avere sbagliato. E’ facile cedere alla tentazione di sfruttare simili situazioni e alimentare così le fiamme della sfiducia, della paura e dell’odio – ed ha concluso – Ci vuole invece coraggio per orientare le persone verso processi di riconciliazione, ed è proprio tale audacia positiva e creativa che offre vere soluzioni ad antichi conflitti e l’opportunità di realizzare una pace duratura”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS