ANONYMOUS, SMASCHERATO “X”: DENUNCIO’ UN FALSO ATTENTATO DELL’ISIS IN ITALIA Si tratta di un 29enne di Aosta, esperto informatico, accusato di associazione per delinquere finalizzata all'accesso abusivo e al danneggiamento di sistemi informatici

291
anonymous

SI faceva chiamare “X” o “Warning” ed aveva dichiarato di essere appartenente alla rete di Anonymous, ma è stato identificato e denunciato dalla polizia per aver rilasciato false dichiarazioni riguardo ad un presunto attentato che l’Isis stava per portare a termine in Italia e più precisamente a Firenze. Inoltre lo scorso 28 dicembre aveva rilasciato un’intervista a un quotidiano online dove dichiarava di aver contribuito a sventare tale attacco.

Si tratta di un 29enne di Aosta, esperto informatico, al quale ora la polizia contesta il reato di associazione per delinquere finalizzata all’accesso abusivo e al danneggiamento di sistemi informatici. Il giovane è ritenuto, tra le altre cose, il fondatore del canale OpParis, il cui fine era quello di individuare profili Twitter di presunti affiliati al sedicente Stato Islamico responsabile degli attentati in Francia.

La complessa indagine della Polizia postale che ha portato all’identificazione del giovane aostano che aveva attribuito ad Anonymus di aver sventato un attentato in Italia dell’Isis è stata condotta dal Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic) ed è stata coordinata dal procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo e dal sostituto procuratore Eugenio Albamonte.

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS