CASO LITVINENKO, I GIUDICI BRITANNICI: “PROBABILE ORDINE DI PUTIN” Nel rapporto di 300 pagine curato dal giudice Sir Robert Owen si afferma che i due cittadini russi Andrei Lugovoi e Dmitri Kovtun agirono probabilmente sotto la direzione della Fsb, l'intelligence di Mosca, e del suo capo, Nikolai Patrushev

422
litvinenko

Esiste una “forte probabilità” che Andrei Lugovoi e Dmitri Kovtun – i due presunti killer che uccisero Litvinenko con il polonio radioattivo – fossero agli ordini del servizio segreto russo e che l’operazione per uccidere l’ex agente del Kgb sia stata “probabilmente autorizzata” dal presidente russo Vladimi Putin. E’ quanto emergenza da un’inchiesta britannica che è stata tradotta in un rapporto di circa 300 pagine riguardo al caso Litvinenko, l’ex agente del Kgb e oppositore di Putin che il 23 novembre 2006 morì a Londra.

Nel rapporto di 300 pagine curato dal giudice Sir Robert Owen si afferma che i due cittadini russi Andrei Lugovoi e Dmitri Kovtun – accusati di aver avvelenato l’ex agente del Kgb e oppositore di Putin, mettendo del polonio radioattivo in una teiera al bar del Millennium Hotel di Mayfair nel cuore di Londra – agirono probabilmente sotto la direzione della Fsb, l’intelligence di Mosca, e del suo capo, Nikolai Patrushev.

Tracce del veleno furono trovate negli alberghi, ristoranti e altri luoghi pubblici da loro visitati. I due, considerati come i principali indiziati dell’assassinio, hanno sempre negato le accuse e Mosca si è sempre rifiutata di estradarli, nonostante le richieste della giustizia britannica e dopo i fatti del 2006 Lugovoi e Kovtun hanno fatto una qualche carriera politica in Russia.

E mentre Lugovoi e Kovtun respingono ogni possibile accusa e additano Londra di non voler trovare la reale causa della morte di Litvinenko, la vedova dell’ex agente del Kgb chiede a Cameron di infliggere sanzioni ai due sospettati e anche allo stesso presidente russo, come ad esempio impedire ai tre di entrare in Gran Bretagna. Nel frattempo il ministro dell’interno britannico, Theresa May, ha annunciato alla camera dei Comuni il congelamento dei beni appartenenti a Kovtun e Lugovoi, ricordando che nei loro confronti resta un mandato di cattura internazionale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS