STING E PETER GABRIEL QUEST’ESTATE INSIEME PER UN TOUR AMERICANO I due suoneranno con le loro band: "Le persone vogliono sentire le canzoni per le quali siamo famosi"

458
sting

Dopo il tour mondiale in compagnia di Paul Simon, Sting sorprende tutti i fan con l’annuncio di una nuova tournée, tutta americana. Ad accompagnarlo sul palco ci sarà Peter Gabriel. I due giganti della musica si ritroveranno insieme per una ventina di date, per ora negli Stati Uniti e in Canda. Titolo del concerto: “Rock Paper Scissors”, tradotto, “Carta, Forbici e Sasso”, il noto gioco che si fa da piccoli con le mani. Avrà inizio il 21 giugno, in Ohio, e terminerà il 24 luglio.

I due artisti si esibiranno ognuno con un proprio set, accompagnati dalla rispettiva band, con la previsione, di collaborazioni e duetti. Due concerti in uno. “Vogliamo proporre molti brani, la gente vuole sentire le canzoni per le quali siamo famosi”, ha dichiarato Sting. Uno è stato leader dei primi Genesis, poi ha dato vita a una carriera solista, diventando un punto di riferimento per il rock, aprendo la strada alla world music, in buona compagnia di David Byrne. L’altro è stato voce e leader dei Police, altra band che ha segnato la storia della musica rock, divenendo poi una rockstar. Uno che, come Gabriel, si è anche speso sul sociale, sul politico, e che da tempo, sembra, si sta dedicando a una sana vita di rendita, senza guizzi e invenzioni, gestendo un proprio catalogo immenso, per qualità e quantità.

L’attenzione sarà tutta sulla scaletta, ma per questo dovremo aspettare. “Ogni volta che abbiamo suonato insieme è stato assai divertente – dice Gabriel -, abbiamo fatto davvero della ottima musica”. E non potrebbe che essere così. I fan dei due sono già in fibrillazione, e ora ci si domanda se a questo tour americano ne seguirà anche uno europeo. Per avere risposte a queste domande non possiamo far altro che aspettare, e sperare.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS