DAESH DISTRUGGE IL PIU’ ANTICO MONASTERO CRISTIANO DELL’IRAQ Polverizzate le mura del Dair Mar Elia, realizzato 1.400 anni fa. Ennesima opera d'arte spazzata via dal jihad

426
monastero iraq

La furia iconoclasta del Daesh si è abbattuta sul monastero cristiano di Dair Mar Elia a Mosul, roccaforte jihadista in Iraq. L’edificio, uno dei più antichi in assoluto, è stato realizzato 1.400 anni fa, ha subito lo stesso destino delle rovine di Palmira e del museo di Mosul.

Fondato intorno al 595 d.C. da Mar Elia, un monaco assiro, era stato il centro della comunità cristiana. Per secoli migliaia di pellegrini lo raggiungevano il monastero per la festa di Mar Elia, l’ultimo mercoledì di novembre.

L’agenzia Associated Press, che ha dato in esclusiva la notizia, riferisce di avere potuto accertare la distruzione del monastero attraverso fotografie satellitari commissionate alla società DigitalGlobe.

La struttura era situata su una collina che sovrasta Mosul. L’edificio era già in gran parte senza tetto, ma erano ancora visibili 25 stanze e una cappella. Secondo esperti che hanno visionato le immagini, le antiche mura di pietra “sono state letteralmente polverizzate”, con l’uso di bulldozer e forse di esplosivi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS