La sclerosi multipla si cura con la terapia anti cancro

799

Per i malati di sclerosi multipla nasce una nuova terapia. Viene dal Regno Unito e si basa su un trattamento a base di staminali utilizzato per il cancro. A riportarlo è il sito della Bbc, che riferisce l’annuncio dei medici del Reale Hallamshire Hospital di Sheffield, che hanno testato il trattamento su 20 pazienti nel corso di tre anni. La cura, attraverso un trapianto di midollo osseo con le proprie staminali “resetta” il sistema immunitario, invertendo la disabilità. I miglioramenti registrati sembrano notevoli. Il trattamento, noto come “trapianto di cellule staminali ematopoietiche autologhe (Hsct)”, ha lo scopo di distruggere il sistema immunitario difettoso con la chemioterapia, per poi ricostruirlo con le cellule del paziente raccolte nel sangue del malato stesso, ma in una fase di sviluppo così precoce da non aver ancora sviluppato i difetti che scatenano la sclerosi multipla.

“Il sistema immunitario viene ripristinato e riavviato in un punto precedente alla malattia“, afferma John Snowden, consulente ematologo al Royal Hospital Hallamshire. Se “è vero – commenta invece Emma Gray, responsabile della Multiple Sclerosis Society del Regno Unito – che può essere in grado di stabilizzare o migliorare la disabilità in alcune persone, potrebbe non essere efficace per tutti i malati”. La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa che colpisce circa 68 mila persone in Italia, soprattutto i giovani, e porta il sistema immunitario ad attaccare e danneggiare il rivestimento dei nervi nel cervello e nel midollo spinale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS