TRA 22 ANNI LA FINE DELL’INFORMATICA

868

Il bug dell’anno 2000 è rimasto una leggenda. Sedici anni fa nacquero delle perplessità riguardo al passaggio tra il 31 Dicembre 1999 e il 1 Gennaio 2000: i vecchi sistemi informatici, che adottavano una rappresentazione della data con solo due cifre per l’anno, avrebbero potuto interpretare il doppio zero come 1900, mandando in tilt tutti i computer. Di fatto non si verificò nessun disastro: non esistevano più macchine con questo formato data. Per fare un esempio, memmeno il Commodore 64 utilizzava l’anno con solo 2 cifre.

Ma l’incubo del cosiddetto Millenium Bag potrebbe non essere finito. La fine dell’informatica potrebbe essere infatti questione di tempo. Poco più di 20 anni. Quando l’orologio segnerà le ore 3, 14 minuti e 7 secondi di martedì 19 gennaio, 2038 (Utc), un bug potrebbe colpire il web. Qualsiasi computer, programma, server o gadget che esegue un sistema a 32 bit potrebbe andare in tilt in scala globale, a meno che non siano patchati e aggiornati in anticipo. Chiamata “Bug dell’anno 2038”, si tratta di una teoria recentemente dimostrata quando il Gangnam Style di Psy ha superato due miliardi di visualizzazioni su YouTube.

Il bug Y2038 colpirà in particolare i software che utilizzano un sistema intero a 32 bit. Si tratta di un problema simile che è stato affrontato nel 2000, quando si temeva che alcuni computer non avrebbero potuto distinguere tra gli anni 1900 e 2000. Ma perchè si potrebbe verificare nel 2038? I sistemi a 32 bit utilizzano quattro byte, il che significa che possono utilizzare 4 GB di memoria in una sola volta. In confronto, un sistema a 16 bit utilizza due byte e sistemi a 64 bit ne utilizzano otto. Questi sistemi eseguono i processi utilizzando cifre binarie, rappresentate come 0 o 1, e il numero totale di cifre che un sistema a 32 bit può rappresentare è 4,294,967,295. Ma poiché metà dei valori è negativa, e l’altra positiva, quest’ultima non va da zero a 4,294,967,295. I numeri totali vanno da -2,147,483,648 a 2,147,483,647, rendendo così il limite di un sistema a 32 bit 2,147,483,647.

Ciò significa che c’è solo una quantità limitata di memoria che può essere utilizzata per memorizzare tutti i numeri binari 0 e 1. YouTube è stato creato su un sistema a 32-bit e quando il video Gangnam Style di Psy ha raggiunto questo limite massimo, il contatore è andato in tilt. Per risolvere il problema, Google ha aggiornato il sistema a 64-bit, in grado di gestire 9,223,372,036,854,775,807 visualizzazioni, ovvero più di 9 trilioni. Il formato standard a quattro byte è iniziato il 1 gennaio 1970 alle 12:00:00. Quando l’orologio batterà le 03:14:07 Utc di martedì 19 Gennaio 2038, raggiungerà  un totale di 2,147,483,647 secondi. I computer non saranno quindi in grado di distinguere tra tempo e data reale.

Questo si chiama “integer overflow”, e significa che il contatore è a corto di bit utilizzabili e inizia a segnalare un numero negativo. Per alcuni computer ciò significa che la data viene indicata come non corretta, ma potrebbe ugualmente spazzare via computer e programmi che si basano su l’orologio interno per effettuare misurazioni precise. In particolare, il bug colpisce il sistema operativo Unix, che utilizzano i dispositivi Android e Apple, così come la maggior parte dei server di Internet. I softwer interessati dovranno fare quindi un aggiornamento, in modo da evitare eventuali problemi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS