IL SANTO PADRE AGLI AGENTI DEL VATICANO: “L’ORDINE ESTERIORE FAVORISCE QUELLO INTERIORE” Il Papa ha ricevuto in udienza i responsabili della sicurezza della Santa Sede. "Il vostro lavoro è prezioso per il Giubileo"

417

“L’ordine esteriore, sul quale voi vegliate con attenta premura, non mancherà di favorire quello interiore, permeato di serenità e di pace”. Lo ha detto il Papa, nella tradizionale udienza di inizio anno, ai responsabili della sicurezza del Vaticano.  Il Pontefice ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto dall’Ispettorato di Pubblica Sicurezza presso la Santa Sede specie in una fase cruciale come quella del Giubileo.

“Voi, Dirigenti, Funzionari e Agenti di Pubblica Sicurezza, siete chiamati ad un impegno più grande per far sì che le celebrazioni e gli eventi collegati con il Giubileo straordinario si svolgano in modo regolare e proficuo – ha spiegato Bergoglio – . L’ordine esteriore, sul quale voi vegliate con attenta premura, non mancherà di favorire quello interiore, permeato di serenità e di pace”.

Il Santo Padre, dopo aver definito “prezioso” il lavoro svolto dagli agenti, li ha invitati a rivolgere un pensiero al Presepe che ancora si trova in Piazza San Pietro e nel quale si può avvertire il “vero consolatore dei cuori”, che invita “all’amore e al perdono”. Francesco si è augurato che “questa esperienza spirituale ci accompagni durante l’intero Anno Santo! Che il Giubileo della Misericordia sia per tutti un tempo forte dello spirito, tempo di riconciliazione con Dio e con i fratelli. Tutti noi abbiamo bisogno di riconciliarci: tutti. Tutti abbiamo qualcosa con un fratello, nella famiglia, con un amico … E questo è il tempo della riconciliazione, per fare pace”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS