YEMEN, RAID SAUDITI SU SANA’A: 26 MORTI E 15 FERITI Capitale colpita dalla coalizione anti houti. Nella notte attacco kamikaze ad Aden

427
coalizione

E’ di almeno 26 morti e 15 feriti il bilancio dei raid compiuti la scorsa notte dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita a Sana’a capitale dello Yemen sotto il controllo dei ribelli sciiti Houthi.

Ad essere colpito, secondo fonti della sicurezza citate dall’agenzia Ap, è stato un edificio usato dalla dalla polizia. Secondo le fonti, fedeli agli stessi Houthi, si ritiene che altre 30 persone siano ancora intrappolate sotto le macerie. I morti e i feriti sono tutti membri della polizia e delle milizie Houthi, che si oppongono al governo del presidente Abd Rabbo Mansur Hadi e controllano Sanaa dal settembre del 2014.

Nel Paese la tensione resta altissima. Sempre la scorsa notte un’autobomba guidata di un kamikaze è saltata in aria uccidendo almeno 10 persone, 8 civili e due guardie, a Aden, nel sud del Paese. L’attentatore si è fatto esplodere all’ingresso della residenza del capo della polizia, generale Shalal Shaea, nel distretto di Tawahi, che è rimasto illeso. Aden è sede del governo cacciato dalla capitale Sanaa a settembre del 2014 dai ribelli sciiti Houthi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS