GIACHETTI: “ROMA E’ TRA LE CITTA’ PIU’ SICURE AL MONDO” Parla il candidato sindaco del Pd: "Occorre lavorare sul degrado delle periferie. Le Olimpiadi? Sono favorevole"

313
giachetti

“La sicurezza è uno dei problemi fondamentali di Roma e va affrontato con grande serietà”. Lo ha detto ad Omnibus, su La7, Roberto Giachetti candidato alle primarie del centrosinistra per la corsa al Campidoglio. “L’Istat – ha aggiunto il vicepresidente della Camera – dice che la Capitale è dal punto di vista della genericità dei reati è tra le città più sicure al mondo”. Però “se poi ci trasferiamo in quelle che vengono chiamate le periferie, nella parte meno centrale, il problema del degrado dei territori esiste e va affrontato”.

Per quanto riguarda le Olimpiadi, Giachetti si è detto “assolutamente favorevole. Lo dico, così iniziamo a capirci: io ho sentito molti che le contestano dicendo ‘tanto è un ruba ruba, tanto a Roma con Mafia Capitale…’. Io mi candido per rappresentare una classe dirigente che invece è in grado di sfruttare opportunità per migliorare la nostra città, utilizzando opportunità come questa. Vorrei rinfrescare la memoria a Fassina: quando ci fu la mozione in Consiglio Comunale sulle Olimpiadi Sel voto a favore”.

Giachetti ha poi escluso di voler sfruttare i casi di Quarto e Pomezia per contrastare il Movimento 5 Stelle, il grande rivale nelle amministrative capitoline. “La campagna elettorale a Roma deve essere pulita da questioni che non c’entrano nulla con Roma- ha sottolineato -. E questo lo faccio con una sorta di disarmo unilaterale, a me non interessa se gli altri utilizzeranno in campagna elettorale questi argomenti”. Per Giachetti “la politica sta vivendo uno dei momenti più bassi anche dal punto di vista del linguaggio oltre che dei comportamenti, e che questo non aiuti il Paese. Ormai la rissa è d’obbligo”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS