SERIE B, DEBUTTA IL CARTELLINO VERDE: SPEZIA-BARI 0-0 Prende il via l’era del fair play per gesti meritevoli e fuori dall’ordinario

425

Con l’anticipo di Serie B Spezia-Bari, inizia la stagione del “cartellino verde”, cioè la sanzione al contrario, quella dei giocatori che si comportano bene: gli arbitri lo assegnano ai protagonisti di gesti di fair play. L’iniziativa della Lega di Serie B, guidata da Andrea Abodi, è realizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Arbitri (Aia) e ha “un valore esclusivamente simbolico ed è finalizzato a premiare gesti non ordinari, ma esemplari”.

L’obiettivo riportare al centro dell’attenzione tematiche come il rispetto, la cultura sportiva e la responsabilità sociale. Arbitro e collaboratori, attraverso uno specifico modulo fornito dalla Lega e consegnato al delegato di Lega presente in campo, potranno assegnarlo al tesserato calciatore, allenatore o dirigente, a seguito di un gesto o un atto sportivo di fair play straordinario, manifestatosi nel corso dell’incontro, eventualmente anche a sfavore degli interessi propri e della propria squadra.

Un piccolo precedente italiano, anche se su iniziativa di una sola squadra, avvenne nel 2013: fu il “cartellino viola”, voluto dalla Fiorentina per promuovere il fair play nel calcio. Uno dei primi venne assegnato a Simone Farina, che aveva denunciato un tentativo di corruzione, rifiutando 200.000 euro per modificare il risultato di una partita con il Cesena.

In Ligura, termina in parità l’anticipo della prima giornata di ritorno del campionato di Serie B tra Spezia e Bari. Con lo 0-0, la squadra pugliese del neo-tecnico Andrea Camplone imbriglia la manovra degli avversari e rischia solo nel finale di gara. Nel primo tempo lo spettacolo è praticamente nullo, mentre nella ripresa si fa vivo il Bari, al 13′ con il cross di Maniero imboccato da Pulzetti che per poco non beffa Chichizola, con il portiere argentino reattivo nel bloccare la sfera. Lo Spezia ci prova al 25′ con l’incornata di Pulzetti che sfiora il palo della porta difesa da Guarna, mentre al 32′ è Calaiò a sprecare da buona posizione. Il Bari consolida il quinto posto con 36 punti, mentre lo Spezia rimane il dodicesima posizione con 27 punti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS