MESSICO: TROVATI I CORPI DI DUE STUDENTI SCOMPARSI Sono state avviate le procedure legali per l'identificazione dei resti scheletrici

293
  • Español
messico

Due corpi sono stati ritrovati nei giorni scorsi in Messico nello stato meridionale del Guerrero, dove 43 studenti scomparvero nel settembre del 2014. Lo ha riferito il procuratore generale del paese Arely Gomez, aggiungendo che gli inquirenti hanno dato il via al procedimento giudiziario per l’identificazione dei resti scheletrici. I resti sono stati trovati nella zona tra Cocula e Iguala, la città dove gli studenti scomparvero.

Sabato 27 settembre 2014 lo Stato del Guerrero e soprattutto la città di Arcelia, occuparono le prime pagine di tutti i giornali mondiali per un fatto di cronaca. Secondo quanto stabilito dal governo centrale, un gruppo di poliziotti e di sicari narcos aveva ucciso sei studenti e sequestrati altri 43. In questi sedici mesi le ricerche hanno portato al ritrovamento dei frammenti ossei di due dei ragazzi, alla scoperta di diverse fosse comuni. Ma questi ritrovamenti non hanno chiarito il reale motivo di questo sequestro di massa e che fine abbiano fatto i giovani.

La scomparsa dei 43 studenti di Ayotzinapa è diventata il simbolo delle migliaia di sparizioni che si verificano quotidianamente in Messico. A febbraio dello scorso anche anche l’Onu aveva criticato duramente il governo di eduardo Peña Nieto, denunciando inoltre la mancanza di statistiche affidabili.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS