UNIONI CIVILI, BERLUSCONI: “SI’ AI DIRITTI, NO AL DDL CIRINNA'” Il presidente azzurro non darà libertà di coscienza ai suoi parlamentari per evitare scontri nel partito

451
regionali

Silvio Berlusconi cerca di evitare ulteriori scossoni in Forza Italia sul tema delle unioni civili. La partita è complicata: da una parte c’è la vocazione liberale del partito azzurro, più volte ribadita dallo stesso ex premier, dall’altra la corrente formata dai transfughi di Alleanza Nazionale. Il presidente sceglie la via della mediazione che può così riassumersi: ok al riconoscimento dei diritti nascenti dalla convivenza, anche tra persone dello stesso sesso, no al ddl Cirinnà, che contiene la norma sulla stepchild adotpion, la quale consente al partner omosessuale di adottare il figlio del compagno.

Niente libertà di coscienza dunque: Forza Italia voterà contro il progetto di legge presentato dalla senatrice del Pd. Con un distinguo, che durante la riunione è stato ribadito dallo stesso Berlusconi: Fi resta favorevole alle unioni civili. Nelle ultime ore molte sono state le pressioni sul leader azzurro perché si prendesse una posizione netta rispetto al provvedimento: chi per sensibilità verso le indicazioni del mondo cattolico, chi per uniformarsi alla linea degli altri alleati di centrodestra, Lega e Fdi.

Non è escluso, tuttavia, che qualcuno sia alla Camera che al Senato (dove il voto “pesa” di più) non decida comunque di schierarsi secondo coscienza. Tra gli esponenti di Forza Italia, infatti, in passato c’era già chi aveva dichiarato di essere a favore del provvedimento, come Stefania Prestigiacomo e Michela Vittoria Brambilla. Quest’ultima, peraltro, si era espressa in un’intervista al Corriere della Sera in cui aveva dichiarato di parlare a nome anche dell’ex Cav.

In effetti, circa un anno fa, lo stesso Berlusconi nel corso di una conferenza stampa si era detto a favore del modello tedesco che prevede anche la stepchild adoption. D’altra parte, la sua compagna Francesca Pascale si è molto spesa a favore dei diritti delle coppie omosessuali.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS