VENTI DI PACE TRA RUSSIA E UCRAINA Concordata una nuova tregua tra i separatisti filo-russi e Kiev

439

L’Ucraina e i separatisti filo-russi hanno concordato una nuova tregua proposta dalla Russia, che dovrebbe entrare in vigore immediatamente, come annunciato dall’Osce, l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa garante degli Accordi di Pace di Minsk. “Il rappresentante russo, Boris Gryzlov, ha suggerito di provare un nuovo cessate il fuoco in occasione dell’Anno Vecchio (ortodosso). La proposta è stata sostenuta da tutti i partecipanti”, ha dichiarato Martin Saiduk, portavoce dell’Osce.

La portavoce della delegazione ucraina, Daria Olifer, ha sottolineato che “Kiev sostiene l’iniziativa del rappresentante russo per una dichiarazione di tregua che dovrebbe iniziare immediatamente”. “Il completo e incondizionato cessate-il-fuoco continua ad essere una condizione importante per il ripristino della pace nelle regioni di Donetsk e Lugansk”, ha aggiunto.

L’Ucraina ritiene che la tregua di Natale concordata lo scorso 22 dicembre non sia stato rispettato e, in effetti, due soldati governativi sono stati uccisi negli scontri del fine settimana nella regione di Donetsk, la principale roccaforte indipendentista. Pochi giorni fa l’ucraina ha quindi accusato le forze dell’auto-proclamata Repubblica popolare di Donetsk di violare gli accordi di pace rompendo il cessate il fuoco e utilizzando armi proibite, come mortai e mitragliatrici pesanti, carri armati e blindati.

Intanto il governo ucraino ed i ribelli filorussi hanno concordato di rilasciare a breve oltre 50 persone tenute prigioniere. Darya Olifer, rappresentante del governo di Kiev, citata dall’agenzia ‘Tass’, ha solo precisato che prima saranno rilasciate “le persone ferite e gravemente malate, così come le donne”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY