CASO QUARTO, GRILLO HA DECISO: ESPULSA LA CAPUOZZO L'ex comico non ha aperto consultazioni online. La scelta divide il Movimento, Gallo: "Il sindaco è parte lesa"

463
grillo

Rosa Capuozzo è stata espulsa dal Movimento 5 Stelle. La decisione è stata comunicata da Beppe Grillo sul suo suo blog. “È dovere di un sindaco del MoVimento 5 stelle denunciare immediatamente e senza tentennamenti alle autorità ogni ricatto o minaccia che riceve – ha spiegato l’ex comico -. Perché noi siamo geneticamente diversi dai partiti che invece di sbattere la porta in faccia alla criminalità organizzata, come fatto a Quarto, la fa accomodare e sedere al proprio tavolo per spartirsi la torta. E la nostra differenza sta proprio nel non predicarla solamente, l`onestà, ma nell`applicarla giornalmente”.

Ma non tutti i grillini sono d’accordo con l’uso del pugno di ferro e non è piaciuto nemmeno che la decisione sia arrivata dall’alto. Il deputato M5S Luigi Gallo – nato a Prato ma eletto in Campania – ci mette la faccia e non ieri non ha esistato, con un post su Facebook, a dirsi contrario a quanto comunicato ieri dal blog di Grillo: “Sulla base dei fatti noti ad oggi, esprimo piena solidarietà all’Amministrazione comunale di Quarto. Non essendo emersa ad oggi alcuna palese violazione delle norme giuridiche né del regolamento del Movimento 5 Stelle, del sindaco, della giunta e degli attuali consiglieri comunali del M5S non condivido la decisione comunicata tramite il blog di Beppe Grillo. Ad oggi risultano tutti, secondo le indagini, parte lesa di un tentativo di infiltrazione e che l’Amministrazione comunale rispetto alle vicende accadute ha operato come argine ai tentativi di infiltrazioni, non cedendo alle pressioni di interessi oscuri sui quali la magistratura attualmente indaga”.

E ancora, ha continuato il deputato M5S Gallo: “Qualora sussistessero motivazioni, non note ai più, a supporto di questa richiesta di dimissioni resto in attesa che vengano comunicate. Sono dalla parte di chi, sul proprio territorio, combatte quotidianamente il malaffare. Quarto, continua a lottare! #QuartoCoraggio?”. E a chi ha qualcosa da ridire, ha replicato – sempre su Fb – ricordando che “Rosa Capuozzo è parte lesa. Ha fatto dimettere il consigliere e al contrario di Marino – ha sottolineato facendo riferimento al caso dell’ex sindaco di Roma, Ignazio Marino – non ha responsabilità politiche perché gli assessori nominati dal sindaco e il presidente del Consiglio sono puliti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS