CLIMA MITE ADDIO: DAL 16 GENNAIO ITALIA NELLA MORSA DEL GELO

375
gelo italia

Dopo un inizio di anno particolarmente caldo per le medie attese, è confermato l’arrivo prossimo di gelidi venti russo-siberiani che porteranno il vero inverno sulla nostra Penisola. Il modello internazionale del Centro Europeo di previsione ha confermato un’eccezionale anticipazione per il periodo che va dal 16 gennaio prossimo fino ad almeno il 22. Una previsione confermata anche dai movimenti delle masse d’aria a circa 5500 metri di quota (pari a 500 hpa, l’unità di misura in Pascal utilizzata per misurare la pressione). L’alta pressione della settimana dell’11-16 gennaio inizierà a spostarsi verso l’oceano Atlantico portandosi verso latitudini settentrionali. Questa manovra favorirà l’arrivo di masse d’aria decisamente fredde direttamente dai comparti russo-siberiani.

Conseguentemente, dal 15-16 gennaio inizieranno ad affluire correnti via via sempre più fredde sulla Penisola che diverranno addirittura gelide dal 17-18 gennaio. A tutt’oggi, l’ingresso di venti forti freddissimi non sarebbe accompagnato da nubi foriere di nevicate fino in pianura, se non a livello locale, e soprattutto sul Centro-Sud adriatico, quindi Abruzzo, Molise e Puglia. Le temperature subiranno una repentina diminuzione, con valori che di giorno a stento supereranno i 2-4° al Nord. Di notte le Alpi toccheranno i primi -25° dell’anno e di giorno vivranno giornate di ghiaccio con valori sempre sotto lo zero. Temperature notturne che al Nord scenderanno di 4/5° sotto lo zero; 1/2° sotto lo zero anche al Centro, di pochissimo sopra lo zero al Sud. Prepariamo i cappotti pesanti, rimasti stranamente ancora chiusi negli armadi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS