NUOVA TRAGEDIA NELL’EGEO: MORTE DUE DONNE E UNA BAMBINA La guardia costiera greca ha due turchi sospettati di essere gli scafisti di un gruppo di 14 rifugiati siriani

296
MIGRANTI

Due donne e una bimba di 5 anni sono annegate nel naufragio di un barcone di afghani nel mar Egeo, al largo della località costiera turca di Ayvacik, nella provincia di Canakkale. Lo riferiscono le agenzie turche, secondo cui altre 13 persone sono riuscite a salvarsi. La Guardia costiera ha recuperato i tre corpi. Il barcone, diretto all’isola greca di Lesbo con a bordo 16 persone, si è rovesciato a circa 200 metri dalla costa. Otto persone sono state salvate in mare mentre altre 5 sono riuscite a nuotare fino a riva. Tra i soccorsi c’è anche un bimbo di un anno, giudicato in condizioni critiche.

Nel frattempo la Guardia costiera greca ha arrestato due turchi sospettati di essere gli scafisti di un gruppo di 14 rifugiati siriani sbarcati la scorsa notte sull’isola greca di Kalymnos. Lo riporta l’agenzia di stampa Dogan secondo cui i due uomini, di 28 e 34 anni, sono stati fermati in mare mentre cercavano di rientrare sulla costa turca di Bodrum, sul mar Egeo, da cui erano partiti a bordo di un barcone di 7 metri. Secondo il resoconto, i sospetti si sono fermati solo dopo che i guardacoste hanno sparato alcuni colpi di avvertimento e si trovano adesso sotto la custodia della polizia greca a Kalymnos.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS