GB, ATTRICE UCCISA CON I FIGLI: CHIESTA L’ESTRADIZIONE DAL GHANA DEL COMPAGNO Era stato lo stesso Simpson-Kent a denunciare la "scomparsa" della sua partner e dei due bambini il 14 dicembre, per poi eclissarsi subito dopo

455

La polizia britannica ha annunciato oggi l’avvio della procedura per cercare di ottenere l’estradizione dal Ghana di Arthur Simpson-Kent, 48 anni, sospettato di aver ucciso la sua compagna Sian Blake, attrice negli anni ’90, famosa per la sua partecipazione nella popolare serie tv britannica EastEnders, e i suoi figli di 4 e 8 anni. Lo riferiscono i media del Regno Unito, all’indomani dell’arresto dell’uomo nel Paese africano, sua terra d’origine.

Era stato lo stesso Simpson-Kent a denunciare la “scomparsa” della sua partner e dei due bambini il 14 dicembre, per poi eclissarsi subito dopo. Un epilogo che aveva scatenato le polemiche dei media – alimentate dal ritrovamento nei giorni scorsi di tre cadaveri sepolti nel giardino della casa dell’attrice, nella zona est di Londra – contro la mancata sorveglianza da parte di Scotland Yard: tanto più quando è saltato fuori che l’uomo aveva potuto lasciare tranquillamente la Gran Bretagna per il Ghana con il suo passaporto. La polizia ha ricostruito che Simpson-Kent si era spostato in Scozia, a Glasgow, e da qui aveva viaggiato fino ad Amsterdam per imbarcarsi quindi il 19 dicembre su un volo diretto nel Ghana.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS