CASO QUARTO, M5S NEI GUAI. SAVIANO: “CAPUOZZO DEVE DIMETTERSI” Grillini nella bufera dopo l'inchiesta su un ex esponente del partito. Lo scrittore: "Via il Sindaco o avranno una blackstar"

317
saviano

Per il Movimento 5 Stelle Quarto, piccolo paesino del Napoletano, rischia di diventare una sorta di Waterloo. Il punto di non ritorno di un partito che ha fatto dell’onestà e del rigore morale, contrapposta agli “inciuci” della vecchia politica, il suo tratto distintivo e la fonte di un successo senza precedenti nella storia italiana. A mettere nei guai la creatura di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sono alcune intercettazioni in cui Alfonso Cesarano, imprenditore di Quarto considerato vicino al clan camorrista dei Polverino, parla con il figlio della necessità di sostenere la candidatura della pentastellata Rosa Capuozzo al ballottaggio delle Comunali. Nella conversazione si fa anche riferimento a un presunto accordo stretto con Giovanni De Robbio, esponente del M5s, poi espulso dal suo stesso partito.

Lo scorso 22 Dicembre l’ex grillino è stato iscritto nel registro delle notizie di reato della Procura di Napoli per estorsione aggravata nei confronti del Sindaco e per voto di scambio. Capuozzo sarebbe in particolare stata minacciata con delle foto che mostravano una costruzione abusiva di sua proprietà. Obiettivo del consigliere sarebbe stato quello di costringere il Comune a favorire in diversi modi l’attività dei Cesarano (dall’affidamento all’azienda dell’appalto per la realizzazione di un campo di calcetto alla nomina di un assessore con delega al Cimitero, Cesarano è anche proprietario di una società di pompe funebri, e all’Urbanistica.

Il caso ha messo in imbarazzo il M5s e acceso le polemiche delle altre forze politiche, a partire dal Pd. “E’ interesse di tutti capire che cosa è accaduto a Quarto e i 5 Stelle sbagliano quando si ergono a paladini esclusivi della moralità pubblica perché lo possono fare solo le persone che hanno dimostrato, nel corso degli anni, di essere stati punti di riferimento” ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Lo scrittore Roberto Saviano, che da sempre conduce una battaglia contro la camorra, ha invitato la Capuozzo a fare un passo indietro. “Il sindaco di Quarto deve dimettersi – ha scritto su Twitter -. Se non lo fa il #M5S aggiungerà una blackstar al suo simbolo”

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS