PLATINI RINUNCIA ALLA PRESIDENZA DELLA FIFA: “DEVO DIFENDERMI” L'ex calciatore non si candiderà per la successione a Blatter al vertice del calcio mondiale

428

Michael Platini si ritira dalla candidatura alla presidenza della Fifa, le cui elezioni sono in programma il prossimo 26 febbraio per eleggere il successore di Sepp Blatter, attualmente sospeso dal ruolo di capo della Federcalcio. Lo ha annunciato lo stesso presidente dell’Uefa, dopo lo scandalo che lo ha investito insieme allo stesso Blatter. Infatti, l’ex calciatore francese è determinato a ricorrere per far annullare la squalifica a otto anni inflittagli dal Comitato Etico della Fifa per lo scandalo dei due milioni di franchi svizzeri ricevuti nel 2011 dal presidente della federazione internazionale, Sepp Blatter (anche lui squalificato).

Ma la data delle elezioni è troppo vicina e rende la sua candidatura impraticabile. In un’intervista pubblicata sulla rivista francese L’Equipe, Le Roi annuncia: “Non mi presenterò più per la presidenza della Fifa. Ritiro la mia candidatura. Non posso più farlo, non ho il tempo né i mezzi per vedere gli elettori, incontrare le persone e battermi con gli altri candidati. Mi ritiro e scelgo di dedicarmi alla mia difesa contro un rapporto in cui si parla di corruzione, falsificazione e altro”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS