BOTTE AL COMPAGNO PIU’ DEBOLE E SNIFFATE GRATIS PER GLI ALTRI

506
bullismo

Un grave episodio di bullismo avvenuto nei giorni scorsi a Modica, in provincia di Ragusa, getta una luce sulle devianze in voga tra alcuni dei nostri giovani. Un ragazzino appena 14enne, pluriripetente, ha infatti pestato in classe durante la ricreazione un suo compagno dodicenne. Non contento, qualche giorno dopo ha anche avuto la brillante idea di far sniffare ai coetanei della vittima – che avevano deriso il malcapitato compagno per le botte prese – un farmaco che, secondo i medici, può causare gravi danni alla salute. Questo farmaco a base di ketoprofene ha la triplice azione di antinfiammatorio, antidolorifico e antipiretico, al pari dell’aspirina.

I poliziotti della Squadra mobile hanno denunciato il minorenne dopo le segnalazioni giunte da diversi genitori preoccupati dai comportamenti “sballati” de loro giovani figli. “In più occasioni – sottolinea il capo della Mobile di Ragusa, Antonino Ciavola – su questo pericolosissimo fenomeno, di moda tra i giovani statunitensi prima e adesso anche in Italia, i medici si sono espressi descrivendone i rischi”. “Se è vero – spiega la polizia – che questa tipologia di medicinali può essere venduta liberamente dai farmacisti, non è comunque lecito offrirla per farla sniffare ad altri minori, stante il fatto che, come più volte ribadito dai medici, può procurare gravi lesioni”. Convocato dalla polizia insieme ai genitori, il quattordicenne si è scusato per quanto commesso, spiegando di non essersi reso conto della pericolosità dei suoi gesti. Una scusante poco credibile, ma speriamo che la “lezione” questa volta sia davvero servita a qualcosa.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS