TENSIONI IRAN-ARABIA. RIAD: “MAI COLPITA L’AMBASCIATA DI TEHERAN IN YEMEN” Il governo iraniano aveva accusato la coalizione anti sciiti, a guida saudita, di aver attaccato i suoi diplomatici a Sanaa

437
yemen raid

L’Arabia Saudita ha smentito di aver colpito l’ambasciata iraniana a Sanaa, capitale dello Yemen, durante i raid della coalizione anti houti guidata proprio da Riad. “Nessuna operazione è stata compiuta intorno all’ambasciata o nelle sue vicinanze”, recita un comunicato citato da al Arabiya che risponde alle accuse arrivate da Teheran.

L’Iran sosteneva che Riad avesse colpito “deliberatamente” con un raid aereo la sua ambasciata a Sanaa, ferendo alcune guardie. Ma un giornalista dell’agenzia Ap, recatosi sul posto, aveva affermato di non aver notato alcun danno all’edificio. Le accuse dell’Iran all’Arabia Saudita erano state lanciate giorni dopo l’assalto dell’ambasciata saudita a Teheran, seguita all’esecuzione della condanna a morte di un religioso saudita sciita. La sua morte e’ stata considerata dalla Repubblica islamica un attacco all’Iran e all’intera ecumene sciita.

Il governo iraniano ha, intanto, approvato un provvedimento che vieta l’importazione di beni prodotti o venduti dall’Arabia Saudita. Come spiega l’agenzia Irna, la decisione è stata presa in una riunione di ieri e si inscrive nell’escalation di tensione tra i due paesi, esplosa in seguito all’esecuzione in Arabia Saudita dell’imam sciita Nimr al-Nimr. Nella riunione, il governo ha anche confermato il divieto di partire per l’Arabia Saudita per il cosiddetto “pellegrinaggio minore”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS