IL SANTO DEL GIORNO SAN SEVERINO DEL NORICO

17743

san severinoSan Severino del Norico, sacerdote e monaco, nato intorno al 410 d.C. in Italia da una nobile famiglia romana., visse una vita austera e penitente ed ebbe fama di taumaturgo. Tale era il suo carisma che, da regioni lontane, i potenti gli chiedevano consigli.
Giunse nel 453d.C. nel Norico, nell’odierna Austria, dopo la morte di Attila, capo degli Unni, difendendo le popolazioni inermi, convertendo gli infedeli, fondando monasteri e dedicandosi a quanti erano privi di istruzione religiosa. Con notevole abilità di organizzazione ed amministrazione, il monaco supplì all’assoluta assenza di controllo da parte di Roma, occupandosi anche della cura materiale della popolazione romana ivi residente e della difesa militare contro i barbari Rugi che premevano ai confini orientali minacciando stragi e saccheggi. Con questo fiero popolo tentò più volte d’instaurare duraturi rapporti di pacifica convivenza, ma invano.
Severino, che secondo le leggende agiografiche sarebbe stato capace di preveggenza, convertì i norici alla fede cristiana, fondò diverse chiese e, seppur privo di alcun riconoscimento ufficiale, esercitò di fatto il potere nella grande regione oggi divisa tra la Germania meridionale (sud della Baviera) e l’Austria, giungendo ad imporre decime per il sostentamento dei poveri. Severino visse in povertà, vestendo una tunica sia d’estate che d’inverno e dormendo per terra, coi fianchi cinti dal cilicio. In quaresima assumeva cibo solo una volta alla settimana. Severino, presto appellato apostolo del Norico, morì l’8 gennaio del 482d.C. nel monastero di Favianis.

CURIOSITA’:Venerato come santo della Chiesa cattolica, è patrono principale dell’Austria, della Baviera, della città e diocesi di San Severo in Puglia e della città di Striano in Provincia di Napoli. La sua festa liturgica si celebra l’8 gennaio.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS