GERMANIA: 4 SIRIANI ARRESTATI PER LO STUPRO DI DUE ADOLESCENTI Nel frattempo è salito a 16 il numero delle persone sospettate di aver aggredito sessualmente delle donne nei pressi di Colonia

463
arresti

Quattro persone, un ventunenne e tre minorenni sono stati arrestati con l’accusa di aver stuprato due adolescenti nella città tedesca di Weil am Rhein. La notizia è stata confermata dalla polizia. I quattro sospetti sono cittadini siriani. Le due vittime dell’aggressione e il ragazzo di 21 anni erano conoscenti: si erano incontrati la sera del 31 dicembre e le ragazze erano poi andate a casa del giovane. Qui sarebbero state ripetutamente stuprate dal 21enne, dal fratello di 15 anni e da altri due ragazzi di 14 anni.

Nel frattempo è salito a 16 il numero delle persone sospettate di aver aggredito sessualmente delle donne nei pressi della stazione ferroviaria principale di Colonia a Capodanno, mentre le denunce sono in tutto 121. Lo ha riferito un portavoce della polizia tedesca, spiegando che gli uomini non sono ancora stati identificati per nome, ma sarebbero chiaramente riconoscibili attraverso i video e le foto scattate durante la notte di San Silvestro. Circa tre quarti delle vittime hanno riferito di essere state molestate sessualmente, in due casi si tratta di stupro. Testimoni e vittime hanno confermato che gli aggressori erano per lo più di origine nordafricana e araba. “La polizia analizzerà i video registrati dalle telecamere a circuito chiuso e da testimoni oculari che si trovavano nella zona, per determinare il grado di coinvolgimento dei sospetti”, ha detto la fonte però senza palare di arresti.

Secondo i dati della polizia, circa 1.000 uomini di età compresa tra i 18 ei 35 anni “in forte stato di ebbrezza” e suddivisi in piccoli gruppi hanno circondato, molestato e derubato le donne nella piazza di fronte alla stazione centrale di Colonia. Una situazione che, rivela un rapporto della polizia pubblicato dal quotidiano ‘Bild’ e dall’edizione online de ‘Spiegel’, avrebbe potuto “anche provocare dei morti”. La tesi degli investigatori è che le aggressioni siano state organizzate e si indaga su una rete criminale proveniente dalla vicina Duesseldorf. La recente ondata di crimini a Colonia – registrati anche se in misura molto minore, ad Amburgo, Stoccarda e Francoforte – ha infiammato il dibattito in corso circa le ripercussioni dell’enorme afflusso di migranti entrati in Germania nel 2015. A questo proposito il ministro della Giustizia, Heiko Maas, ha annunciato che se emergesse che fra i responsabili ci sono anche dei richiedenti asilo, questi saranno espulsi. “Le espulsioni sono ammesse per i richiedenti asilo se condannati a un anno o più di prigione, pena possibile nel caso di reati sessuali”, ha detto Maas.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS