VISITA A SORPRESA DEL PAPA NELLA CULLA DEL PRESEPE, GRECCIO

435
  • English

“Il Papa aveva manifestato il desiderio di conoscere meglio Greccio e il luogo da cui il presepe si è diffuso in tutto il mondo grazie a San Francesco. Così in risposta ad un invito, poco prima di Natale, mi ha detto che sarebbe venuto in forma strettamente riservata proprio perché voleva entrare nel luogo della prima rappresentazione del presepe avvenuta nel 1223″. Così il vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, ai microfoni di Tv2000 e inBlu Radio, ha commentato la visita a sorpresa di Papa Francesco al santuario francescano di Greccio. Gli stessi frati francescani sono rimasti meravigliati dall’arrivo del Papa: “All’arrivo del Pontefice – ha rivelato a Tv2000 padre Alfredo Silvestri, Guardiano del Santuario di Greccio – non eravamo preparati. In quel momento non avevo neanche il saio e sono andato velocemente nel refettorio ad indossarlo. Poi ho aperto il cancello al Papa. La scena più bella è il bacio di Francesco all’altare dove ogni mattina noi celebriamo l’eucarestia. E’ stato un gesto commovente”.

I dettagli della visita del Papa a Rieti e Greccio sono stati diffusi in serata dal Vaticano. “In tarda mattinata – riferisce una nota di padre Ciro Benedettini, vicedirettore della sala stampa vaticana – il Santo Padre Francesco si e’ recato in autovettura a Rieti per una visita di cortesia al vescovo diocesano mons. Domenico Pompili, intrattenendosi con il presule per qualche tempo. Alle 14,20, accompagnato dal vescovo, si e’ diretto verso il santuario di Greccio dove e’ giunto poco prima delle 15. Qui dapprima ha salutato un gruppo di giovani partecipanti al Meeting della diocesi ‘Giovani Greccio 2016′. Ha proseguito poi – riferisce sempre padre Benedettini – verso il vicino santuario, accolto dai Frati Francescani, e fermandosi in preghiera davanti all’affresco che rappresenta il primo presepe realizzato a Greccio da San Francesco di Assisi. Quindi ha salutato la comunita’ francescana del santuario intrattenendosi brevemente con i religiosi”. Papa Francesco e’ quindi ripartito “intorno alle 15,30 verso Roma in auto, la solita Ford Focus”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY