DONA CIBO A UNA POVERA: CUOCA LICENZIATA

425
poveri cibo

A Springfield, una nota località statunitense, una donna è stata licenziata dalle sue mansioni di cuoca in un istituto scolastico per aver regalato un piatto di carne a una bambina povera. La ragazzina, affamata, aveva chiesto solo qualcosa da mettere sotto i denti nonostante non avesse nulla per pagarsi il pranzo. La protagonista dell’assurda vicenda, Dalene Bowden, mossa a compassione, le aveva passato un piatto di carne di pollo. Il preside, informato dell’accaduto, l’ha licenziata in tronco dalla mensa in cui lavorava come inserviente alla Irving Middle School e denunciandola per “furto”.

La donna ha tentato di rimediare, offrendosi di pagare un dollaro e 70 – ovvero il prezzo del piatto offerto alla povera ragazza – ma il direttore del personale si è dimostrato inflessibile ed ha respinto l’offerta. Inoltre, il provvedimento è stato preso dai dirigenti dell’istituto dall’oggi al domani senza il dovuto preavviso. Il caso è quindi diventato di dominio pubblico suscitando l’indignazione di migliaia di utenti del web che hanno lanciato una campagna di raccolta fondi per sostenere la donna nelle spese legali. In pochi giorni sono stati raccolti decine di migliaia di dollari, soldi che serviranno a Dalene per pagarsi un avvocato e tentare di ottenere il reintegro sul posto di lavoro.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS