AL MUSEO DELLA MUSICA DI BOLOGNA LA MOSTRA “STEFAN SAGMEISTER” Artista di fama mondiale, vinse un Grammy per la migliore copertina dei Taling Heads

680

Al Museo della Musica di Bologna, fino al 17 gennaio, è allestita la mostra “Stefan Sagmeister”. Questo artista era un creativo di fama mondiale; tuttora è considerato uno dei personaggi più trasgressivi del graphic design contemporaneo. Molti lo conoscono per i suoi lavori degli anni ’90 e per le copertine dei dischi di alcune icone del rock come Lou Reed, David Byrne, Talking Heads (con i quali ha vinto un Grammy per la migliore copertina, utilizzando dipinti russi), fino ai Rolling Stones, Aerosmith e molti altri.

Il peculiare approccio di Sagmeister al graphic design ha rivoluzionato il processo di progettazione delle immagini grafiche e visive, distruggendone il razionalismo e spostandone la ricerca estetica ai limiti del “brutto”. Nell’allestimento bolognese, sono in mostra le copertine e le immagini tratte dagli sketch-books dell’artista che ne documentano il processo creativo, che ha portato alla realizzazione di opere d’arte in grado di mischiare sacro e profano dando al cd un valore che va al di là di un supporto per la riproduzione del suono, ma lo rende complice di una fruizione dell’opera d’arte. Le opere originali e i disegni di Stefan Sagmeister sono visibili al pubblico nella sala 6 del museo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS