“PAROLAMIA”: UNA BIBLIOTECA ITINERANTE NEL CUORE DELLA FORESTA AMAZZONICA È il progetto del fotografo Giovanni Marrozzini che, con un fuoristrada carico di volumi partito da Fermo raggiungerà il Perù e, in seguito, le altre nazioni del Sud America

668

Un libro in cambio di una foto per regalare ai giovani lettori dell’Amazzonia qualcosa da leggere in luoghi in cui le biblioteche o le librerie non esistono. È il progetto chiamato “Parolamia” del fotografo Giovanni Marrozzini che, con un fuoristrada carico di volumi partito da Fermo (in provincia di Ancona) raggiungerà il Perù e, in seguito, le altre nazioni del Sud America. Con la Casa editrice Hoepli sta selezionando 150 testi dei quali 120 in lingua spagnola per la comunità di Pichari-Perù e 30 in portoghese per la comunità di Sao Joao du Tupe-Manaus Brasile, destinati ai piccoli lettori della foresta amazzonica. La biblioteca itinerante interesserà oltre 2.844 bambini.

Lo Stato peruviano ha creato diverse scuole nella zona ma per molti studenti che vivono nei villaggi più isolati, l’accesso allo studio resta un miraggio. Da qui l’idea: se i bambini non possono andare in biblioteca, sarà la biblioteca ad andare da loro con i fuoristrada. Giovanni Marrozzini ha trovato un modo alternativo per finanziare la creazione della biblioteca itinerante: il baratto. “Possiedo un grande archivio frutto di dieci anni di fotografia investiti in giro per il mondo – spiega il fotografo – e quello che voglio fare ora è barattarle: barattare racconti con racconti”.

Nello specifico, attraverso la sua pagina Facebook, Marrozzini propone lo scambio di tre libri (letteratura, antropologia, storia…) con una delle sue opere: “Chi è interessato a una mia fotografia (da me scelta) può averla acquistando tre volumi da una lista di libri corrispondente che pubblico mensilmente sul mio sito e sulla pagina FB del progetto. Acquistandoli, riceve in cambio una stampa fotografica (fine art) firmata e numerata (a tiratura limitata) insieme a una recensione scritta da una firma autorevole del mondo della fotografia o della letteratura”. “Hanno firmato le prime uscite Cesare Colombo, Giovanna Calvenzi, Renata Ferri, Gianni Farinetti, Angelo Ferracuti, Stefano Valenti e Massimo Raffaeli. Abbiamo già barattato 6 fotografie con 720 volumi” assicura.

Per portare i testi tra le lande sperdute dell’amazonia, Marrozzini sfrutterà un programma statale che prevede visite periodiche in questi luoghi per soddisfare le esigenze primarie delle comunità più isolate. Dottori ma anche artisti, musicisti e personaggi della cultura periodicamente affrontano il viaggio nella foresta amazzonica per visitare i vari villaggi. I libri saranno veicolati attraverso queste particolari “spedizioni” della cultura: 20 testi per ognuna delle 5 comunità che a giro si passeranno i volumi attraverso dei fuoristrada con cadenza mensile. L’obiettivo del progetto è estendere l’iniziativa in differenti luoghi sia in Italia che all’estero. “La foto che baratterò in questo mese di dicembre – annuncia Marrozzini – è quella di una bambina africana non vedente che si sforza di leggere un libro in braille, realizzata nel 2006 in Etiopia: un’immagine che adesso può diventare simbolo di riscatto per tutti i bambini che non hanno accesso alla lettura in un altro Paese”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS