2016, UN INIZIO ALL’INSEGNA DEL MALTEMPO

378

Una prima analisi del tempo previsto per il  ponte di Capodanno – ossia per il 31 dicembre e l’1-2-3 gennaio – vede una svolta rilevante nell’andamento del clima italiano. L’alta pressione che dal 1° Dicembre domina incontrastata l’Italia, infatti, sta per finire a causa dell’aria fredda proveniente dalla Russia e della formazione di una bassa pressione sul Mar Ligure. Tali configurazioni causeranno un deciso calo termico su tutta la Penisola e porteranno pioggia e neve su molte regioni. A San Silvestro, l’aria gelida proveniente dalla Russia è arrivata in Italia causando un calo termico con temperature notturne di 3/5° sotto lo zero al Nord. Nuvolosità compatta anche al Centro-Nord, con debole pioviggine possibile soltanto sul Lazio, fin sulla Capitale.

Capodanno è stata una giornata fredda. Nubi sparse su gran parte delle regioni, ma tempo perlopiù asciutto. Qualche pioviggine su Lazio e Campania. Per sabato 2 Gennaio si prevede bassa pressione sull’Italia in approfondimento entro la serata e neve diffusa in arrivo su Piemonte, Lombardia, Emilia occidentale, fino alla pianura. Pioggia mista a neve o solo pioggia al Nordest. Neve sulle Alpi sopra i 500/800 metri al Nordest. In arrivo anche un forte maltempo tra Liguria e Toscana, anche con temporali; piogge e fenomeni temporaleschi inoltre in Umbria e Lazio; precipitazioni più deboli o assenti sul resto del Centro. Peggiora in Campania e Sardegna entro sera con piogge. Neve in Appennino sopra i 1500/1600 metri.

Per domenica 3 gennaio ci saranno residue piogge al Nordest, con neve sui monti sopra i 600 metri. Precipitazioni su Lazio, Campania e Calabria tirrenica, qualche pioggia anche sulle regioni adriatiche, fino alla Puglia. Ampi spazi soleggiati altrove. In nottata peggiora nuovamente al Nordovest. Nei giorni a seguire arriverà una nuova perturbazione atlantica con deboli nevicate al Nordovest, fino in pianura, piogge diffuse al Centro-Sud e neve in Appennino sopra i 1400/1500 metri. Un freddo inizio anni attende tutti gli italiani.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS