ATTENTATI DI PARIGI, I TRE COMMANDO COORDINATI IN TEMPO REALE DAL BELGIO Lo scrive Le Monde, che ha avuto accesso ai 6mila atti dell'inchiesta

389
belgio

Sono stati coordinati via sms dal Belgio, i tre commando responsabili degli attentati del 13 novembre a Parigi. Lo scrive Le Monde, che ha avuto accesso ai 6mila atti dell’inchiesta. Tutto parte dal telefono cellulare Samsung trovato in un cestino della spazzatura vicino al Bataclan. Da quell’apparecchio era stato mandato alle 21.42 un sms che diceva: “Siamo partiti. Si comincia”. Il messaggio era stato inviato dai tre terroristi che due minuti prima avevano parcheggiato la loro Polo nera vicino al teatro dove saranno poi massacrate 90 persone. Ed era diretto ad un misterioso destinatario che in quel momento si trovava in Belgio. Il destinatario in Belgio aveva aperto una linea telefonica il 12 novembre alle 22.24, che verrà disattivata subito dopo la ricezione dell’sms delle 21.42 del 13. In questo breve periodo, la linea aperta in Belgio dialoga esclusivamente – con 25 scambi – con il Samsung ritrovato.

Inoltre un secondo numero belga è stato in contatto tutta la sera del 13 con Abdelhamid Abaaoud, l’uomo poi ucciso nel raid di polizia a Saint Denis, che guidava il commando contro i caffé ed era considerato uno dei coordinatori degli attentati. Questo numero è rimasto in funzione durante gli attentati dallo stesso luogo dell’altro telefono. Per questo motivo gli inquirenti ritengono che gli attacchi di Parigi siano stati coordinati da almeno una persona in Belgio, che ancora non è stata identificata. Tanto più che si è saputo che il commando dei caffè e quello dei kamikaze che si sono fatti esplodere vicino allo stade de France sono sempre rimasti in contatto durante gli attacchi. Sul Samsung, dove figurano tracce del Dna di due terroristi del Bataclan, sono state trovate ricerche dettagliate di foto e planimetrie del teatro, oltre che del programma della serata. Il suo proprietario aveva inoltre caricato alle 14.00 del 13 novembre il servizio di messaggeria criptata Telegram.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS