SI CHIAMA “ISIS” E NON PUO’ SALIRE SU UN AEREO

375
isis

A volte il nome può fare la differenza. E non solo se si tratta di un cognome associato al jet set della “bella vita” o dello spettacolo, ma anche quando si tratta di persone comuni. A sue spese – purtroppo – lo ha imparato Isis Rani Lake, una 29enne del Kent, che si è vista rifiutare un posto su un volo di linea tra Toronto e Vancouver proprio a causa del suo nome di battesimo.

E certo, perché in questi ultimi tempi – in cui il sedicente Califfato sta compiendo stragi in tutto il mondo e, soprattutto dopo gli attentati di Parigi – chi mai farebbe salire sul proprio velivolo una donna che si chiama Isis? Nessuno! Infatti la giovane, che si trovava in Canada per un periodo di volontariato, ha cercato per ben tre volte e con tre diverse agenzie di prenotare un volo… ma tutti i tentativi si sono risolti con un nulla di fatto. Fino ad ora aveva avuto solo qualche seccatura, ha dovuto rispondere ad un sacco di domande sull’origine del suo nome e spiegare che le era stato dato in onore della dea egiziana e non perché era un’estremista sostenitrice dei jihadisti islamici.

Alla fine, la madre della ragazza è riuscita a prenotare telefonicamente un volo, ma omettendo il primo nome della figlia e fornendo solo il secondo alla compagnia aerea. Ma ora, dopo questa disavventura – fortunatamente risolta per il meglio – Isis Rani Lake dice di non essere più tranquilla, di aver paura che le autorità del Canada possano darle problemi a causa del nome scritto sul passaporto, come sul resto dei suoi documenti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS