HIT NATALIZIE: E’ SFIDA TRA PAUL MCCARTENEY E MARIAH CAREY Stranamente, “Happy Xmas (War Is Over)” di John Lennon e la Plastic Ono Band non figura in nessuna classifica tematica di quest'anno

326

Finite le feste, rimangono solo gli avanzi. Il noto detto popolare non si applica alla musica. Dopo ore e ore di ascolti interminabili, grazie a pubblicità, film e cd ricevuti in regalo, è quasi inevitabile che risuonino ancora nelle orecchie le canzoni a tema natalizio più gettonate dell’ultima settimana. La canzone di argomento natalizio più ascoltata in streaming in Gran Bretagna, secondo la classifica fornita da Spotify, è stata, ancora una volta, “All I want for Christmas is you” di Mariah Carey. Di seguito: “Last Christmas” degli Wham! e “Fairytale of New York” di The Pogues feat. Kirsty MacColl. Solo decima la più classica “It’s Beginning to Look A Lot Like Christmas”, di Michael Bublé.

Ancora più particolare è la classifica delle canzoni più diffuse nei negozi statunitensi durante le settimane degli acquisti di dicembre. L’ha compilata PlayNetwork, e vede al primo posto una curiosa riscoperta. Si tratta di “Wonderful Christmastime”, la canzone pubblicata nel 1979 da Paul McCartney, ma – attenzione – non nella versione originale, bensì nella cover realizzata da una band indie pop/rock di Albuquerque, New Mexico, nel 2012, e inclusa nell’album tematico “Holidays Rule” pubblicato tre anni fa da Hear Music. Per qualche misterioso motivo, è la versione di “Wonderful Christmastime” degli Shins a guidare la top ten stilata da PlayNetwore seguita dalla inossidabile Mariah Carey, “All I Want For Christmas Is You” e da Christina Aguilera, con “Christmas Time”. Per ultima ma non ultima la grande Ella Fitzgerald, con “Have Yourself A Merry Little Christmas”. Stranamente, “Happy Xmas (War Is Over)” di John Lennon e la Plastic Ono Band non figura in nessuna classifica tematica di quest’anno. Sarà per il prossimo Natale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS