USA: SPARATORIA IN UN CENTRO COMMERCIALE, UCCISO L’ATTENTATORE A Charlotte l'edificio è stato circondato da decine di mezzi delle forze dell'ordine

380

Una lite tra due gruppi di persone sarebbe la motivazione della sparatoria avvenuta all’interno del centro commerciale di Charlotte, in Carolina del Nord, gremito di persone affaccendate negli ultimi acquisti prima delle festività natalizie. Secondo la televisione locale, un uomo avrebbe tirato fuori la pistola durante il litigio e sarebbe stato freddato da un poliziotto fuori servizio. I colpi d’arma da fuoco hanno provocato il panico tra la gente che affollava i negozi, facendo scattare l’allarme sicurezza.

Decine di macchine delle forze dell’ordine hanno circondato l’edificio ed evacuato l’area. Secondo le autorità sanitarie, tre persone hanno avuto bisogno di cure mediche spaciali: un uomo con una ferita ad una gamba, un altro colpito da un attacco d’asma, e una donna in procinto di partorire. Nel frattempo, il presidente Obama continua a lavorare su una legge contro la diffusione della armi da fuoco.

La Casa Bianca sta progettando un piano che prevede il varo di un decreto per espandere i “background checks”, cioè di controlli su chi vuole comprare una pistola o un fucile, per verificare se l’acquirente ha precedenti penali o soffre di disturbi psichici.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS