L’ONU APPROVA LA RISOLUZIONE SULLA LIBIA: “NECESSARIO CREARE UN GOVERNO DI UNITA'” Le Nazioni Unite hanno sollecitato i Paesi membri a usare tutti i mezzi a loro disposizione per aiutare il nuovo esecutivo a combattere i terroristi e contrastare il traffico di esseri umani

417

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità la risoluzione sul futuro politico della Libia legittimando l’accordo tra i rappresentanti dei due regimi libici, firmato precedentemente in Marocco, al fine di creare un governo di unità nazionale. L’Onu ha anche sollecitato i Paesi membri a usare tutti i mezzi a loro disposizione per aiutare il nuovo esecutivo a combattere i terroristi e contrastare il traffico di esseri umani. La risoluzione, siglata ieri dalla Gran Bretagna e approvata all’unanimità dei Paesi membri compresa la Russia, chiede di “sostenere in pieno” il lavoro dell’inviato dell’Onu Martin Kobler e di lavorare con le autorità libiche per “costruire le capacità” del nuovo esecutivo. Il testo è frutto dell’accordo firmato il 17 dicembre a Skhirat alla presenza di Kobler, e della conferenza di Roma del 13 dicembre scorso.

“La risoluzione è un importante passo verso la stabilizzazione del Paese”, ha affermato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni che ha puntualizzato il “ruolo determinante” svolto dall’Italia, a cominciare dalla Conferenza capitolina: “E’ una decisione alla quale l’Italia ha contribuito in modo determinante con il lavoro di questi mesi culminato nel vertice di Roma”.”Il Consiglio di Sicurezza – dice il paragrafo 6 della risoluzione – sollecita tutti gli Stati membri a rispondere urgentemente alle richieste di assistenza da parte del governo”, e quindi a varare la missione di pace che l’Italia ambisce a guidare. I passaggi chiave, però, sono il 12 e il 15. Il paragrafo 12 sprona tutti i Paesi ad “assistere rapidamente il governo nel rispondere alle minacce alla sicurezza libica, e appoggiarlo attivamente per sconfiggere l’Isis, Ansar al Sharia, e altri individui o gruppi associati con Al Qaeda”. Il ministro ha poi avuto un colloquio telefonico con il premier libico designato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS