A BERGOGLIO IL PREMIO “CARLO MAGNO” PER LA COSTRUZIONE DELLA PACE Il Pontefice, secondo gli organizzatori, "porta un messaggio di speranza all'Europa in un momento di crisi"

332
  • English
bergoglio

Il Papa riceverà il premio Carlo Magno per l’impegno nella costruzione della pace, assegnato dalla città di Aquisgrana. Bergoglio, si legge nella motivazione, “porta un messaggio di speranza all’Europa in un momento di crisi che ha messo in secondo piano tutte le conquiste del processo di integrazione”. Nella motivazione, vengono citati in particolare gli interventi del Pontefice durante il suo viaggio a Strasburgo con il richiamo alla “voce della coscienza” che chiede di mettere l’uomo al centro, “un’autorità morale straordinaria”.

“Sappiamo che papa Francesco non ha mai accettato premi né onorificenze dedicate alla sua persona. Quindi questo è un fatto del tutto eccezionale e ci possiamo interrogare perché lo abbia accettato. Io gliel’ho chiesto e lui – ha sottolineato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi a Radio Vaticana – mi ha risposto che questo è un premio per la pace ed egli in questo tempo in cui vediamo questi gravi rischi che ci sono per la pace nel mondo – parla spesso anche della Terza guerra mondiale a pezzi – ritiene che parlare della pace, incoraggiare ad agire per la pace, sia fondamentale”.

Quindi, “il papa – ha spiegato ancora Lombardi – interpreta questo premio non tanto come qualcosa dato a lui stesso per onorare lui, ma come l’occasione di un nuovo messaggio di impegno per la pace, dedicato e rivolto a tutta l’Europa che è un continente che deve costruire e continuare a costruire la pace al suo interno ed essere attivo, avere un grande ruolo per la pace nel mondo. Quindi un premio per la pace, un’occasione di preghiera per la pace, tutti insieme, il papa con tutti i popoli e le persone di buona volontà che manifesta l’anelito, il desiderio, l’impegno di costruire la pace nel continente e anche in tutto il mondo”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS