L’ADRIANO TORNA A GERUSALEMME: IN MOSTRA ALL’ISRAEL MUSEUM DELLA CITTA’ SANTA La mostra espone per la prima volta insieme i suoi tre busti bronzei

337

L’imperatore Adriano è tornato a Gerusalemme. L’Israel Museum della Città Santa ospita da ieri tre bronzi dell’imperatore Publio Elio Traiano Adriano che regnò dal 117 alla sua morte, nel 138 d.C. Intitolata ‘Hadrian: An Emperor Cast in Bronze’, la mostra espone per la prima volta assieme i tre suoi busti bronzei, gli unici sopravvissuti, e completa le celebrazioni per i 50 anni del Museo di Israele ma soprattutto ripropone il confronto tra la massima autorità romana e il mondo ebraico dell’epoca. Le tre teste di bronzo che ritraggono l’imperatore differiscono leggermente tra loro. Una appartiene alla collezione del Museo ed è stata rinvenuta a nord di Israele, un’altra arriverà dal British Museum ed è stata trovata sul fondo del fiume Tamigi, l’ultima è del Louvre di Parigi.

Adriano fu uno dei “buoni imperatori” secondo lo storico Edward Gibbon. Mantenne le conquiste di Traiano, a parte la Mesopotamia che assegnò a un sovrano vassallo. Il suo governo fu caratterizzato da tolleranza, efficienza e splendore delle arti e della filosofia. Egli stesso studiò l’ellenismo, del quale era appassionato. Porta il suo nome il “Vallo” che ancora oggi segna il confine tra Inghilterra e Scozia, una fortificazione in pietra che all’epoca serviva a difendere i confini settentrionali dell’impero. Quel che ne rimane, è monumento patrimonio dell’Unesco dal 1987.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS