ASTROSAMANTHA SARA’ GOODWILL AMBASSADOR PER L’UNICEF La pilota è già stata testimonial l’anno scorso della campagna del Fondo delle Nazioni Unite contro la malnutrizione infantile

334

Samantha Cristoforetti, astronauta dell’Agenzia spaziale europea, è stata ufficialmente nominata, “Goodwill Ambassador” dell’Unicef, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia avviato nel 1946. A nominare ambasciatrice il capitano pilota dell’Aeronautica militare – protagonista nei mesi scorsi della missione Futura, la seconda missione di lunga durata dell’Agenzia spaziale italiana – è stato il presidente dell’Unicef Italia Giacomo Guerrera in occasione della “Partita dei Campioni: Unici per Unicef”, svoltasi a Roma allo Stadio Olimpico lunedì scorso.

“Oggi Samantha Cristoforetti entrerà ufficialmente a fare parte della famiglia dell’Unicef come nuova Goodwill Ambassador – ha dichiarato Guerrera davanti ai molti tifosi intervenuti per la partita di beneficenza – sono convinto che con la sua passione, il suo interesse e il suo impegno potrà dare un contributo importante alla nostra causa, prestando la sua voce a tutti i bambini in pericolo di ogni angolo del mondo”. “Oggi l’Unicef scenderà in campo all’Olimpico per la ‘Partita dei Campioni’ – ha proseguito Guerrera -. A dare il calcio di inizio alla partita sarà proprio Samantha Cristoforetti”.

La pilota è già stata testimonial l’anno scorso della campagna Unicef contro la malnutrizione infantile, “#impresastraordinaria”, lanciando diversi video-messaggi e tweet sia dal cosmodromo di Baikonour (Kazakistan) che direttamente dalla Stazione spaziale internazionale (Iss) dove stava portando avanti degli esperimenti scientifici a gravità zero. Inoltre, sempre dallo spazio, si è unita alla campagna mondiale Unicef “#Imagine”, aggiungendo la sua voce al coro globale dell’inno per la pace e la speranza di John Lennon “Imagine”. Pochi giorni fa, nell’ambito della campagna “Bambini in pericolo”, Cristoforetti è stata impegnata con una delegazione Unicef Italia in una breve missione in alcuni Centri in Sicilia (a Lampedusa e Palermo) per incontrare ragazzi e ragazze migranti e rifugiati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS