GB, GIRO DI VITE CONTRO IL TERRORISMO. CAMERON: “POLIZIOTTI PIU’ LIBERI DI SPARARE” Per il premier britannico gli agenti delle forze dell'ordine dovrebbero avere più libertà di usare le armi da fuoco senza il rischio di subire un processo

329

Ha causato molte polemiche l’affermazione del primo ministro David Cameron di concedere più libertà agli uomini delle forze dell’ordine in caso di minaccia diretta. Il premier infatti vorrebbe estendere la possibilità ai poliziotti di aprire il fuoco contro i terroristi, qualora si presentasse una minaccia reale, senza il rischio di dover affrontare poi un processo. Si tratterebbe di rivedere le attuali normative ed estendere le tutele legali per i poliziotti impegnati in operazioni antiterrorismo. Secondo il capo di governo, infatti, troppo spesso glia genti rischiano di essere incriminati se un sospetto colpito durante gli scontri a fuoco muore per le ferite riportate.

Secondo il Times di Londra, il primo ministro di Sua Maestà avrebbe già dato ordine di rivedere la legislazione in materia dopo un consiglio di sicurezza nazionale e secondo alcune fonti governative Cameron sarebbe pronto a varare dei cambiamenti legislativi già il prossimo anno.

Contro la proposta del governo, che qualcuno ha già ribattezzato “licenza di uccidere” come nei celebri film dell’agente segreto James Bond, si è già pronunciato duramente il leader del Labour Party, Jeremy Corbyn, antimilitarista e da sempre dichiarato oppositore del cosiddetto “grilletto facile”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS