CRISI IN BURUNDI: IL KENYA PRONTO A SOSTENERE IL DIALOGO Il presidente del comitato parlamentare di Difesa: "Vogliamo che prevalga il buonsenso"

465
burundi

Il Kenya si è detto pronto a favorire il dialogo nazionale tra tutte le parti in conflitto in Burundi affinché il Paese torni alla normalità. E’ quanto affermato dal presidente del comitato parlamentare alla Difesa e agli Affari esteri, Ndung’u Gethenji, citato dal sito web “Africa Rerview”. “Vogliamo che prevalga il buonsenso e che vengano poste le basi per creare un ambiente durevole per la pace e la stabilità nel Paese”, ha detto Gethenji, il quale ha auspicato una soluzione “praticabile” per la popolazione del Burundi. “Sosteniamo il dialogo come unica via da seguire, dal momento che un conflitto non potra’ mai risolvere nulla”, ha detto Gethenji.

La scorsa settimana il Consiglio di pace e sicurezza dell’Unione africana ha approvato un documento che chiede l’invio di una forza di mantenimento della pace a guida africana in Burundi. Secondo quanto riferito da fonti diplomatiche, la forza sarà composta da 5 mila uomini e sarà autorizzata ad intervenire anche in assenza di consenso da parte delle autorità del Burundi, ma dovrà prima essere autorizzata dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Le violenze a Bujumbura si sono intensificate nelle ultime settimane e finora ha provocato la morte di oltre 300 persone e ha spinto almeno 200 mila altre ad abbandonare le rispettive abitazioni.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS